All About Jazz Italy review by Vincenzo Roggero

CF 138Paul Dunmall Sun Quartet – Ancient and Future Airs (CF 138 )
Per un curioso gioco di specchi, di immagini e di significati riflessi, i titoli dei due brani presenti in Ancient and Future Airs ingarbugliano le aspettative degli ascoltatori. Perché il chilometrico (quarantanove minuti) “Ancient Airs” di antico ha ben poco mentre “Future Airs” sembra un tuffo nel passato con le sue cadenze da madrigale. Come a dire nella musica abbandoniamo criteri di analisi classicamente cronologici o consequenziali e accettiamo piuttosto un’idea di circolarità.

“Ancient Airs” è una sorta di suite nelle quale trovano spazio le più svariate situazioni improvvisative, dai furibondi unisoni freebop, a raffinati dialoghi di stampo cameristico, da complesse strutture armoniche agli esperimenti etnici di Yusef Lateef o Tony Scott evocati dalle cornamuse di Paul Dunmall, il tutto sorretto dalla tecnica formidabile dei quattro musicisti. Il breve (nove minuti!) “Future Airs” è al contrario un gioiello di misura, di discrezione e raffinatezza non levigata, di sintesi e di profondità.

Registrato in un torrido giugno 2008 al Living Theater di New York, Ancient and Futures Airs è la testimonianza di un felice incontro tra un gigante dell’improvvisazione europea e tre pezzi da novanta americani. Ma su disco, come speso capita in situazioni del genere, l’evento perde parecchio della propria forza comunicativa e rimane una sensazione di estemporaneità che lascia un po’ di amaro in bocca.
http://italia.allaboutjazz.com/php/article.php?id=4148

About these ads

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s