All About Jazz Italia review by Maurizio Zerbo

CF 293Kullhammar / Aalberg / Zetterberg: Basement Sessions Vol. 2 (CF 293)
La pesante ombra dell’eredità coltraniana si insinua nelle trame di questo disco, per quel che riguarda il sound ed il linguaggio proposto. Il trio svedese rivela però una personalità che va oltre il modello di riferimento, grazie ad una tessitura fluida ed volatile. Fra i musicisti si è instaurato un rapporto di intesa molto profondo e lo si percepisce dal loro modo di entrare in medias res senza preliminari esplorativi.

L’obiettivo è quello di conciliare anche a livello compositivo le predette influenze con quelle postboppistiche, padroneggiando un aplomb ritmico di assoluto rilievo. La musica è costantemente tenuta su un asse di notevole intensità espressiva, grazie alle complesse scansioni di basso e batteria. Il loro incedere centrifugo eleva l’interplay verso una dimensione di libero confronto improvvisativo con le ance di Jonas Kullhammar.

La sonorità abrasiva e rovente del suo sax spazia ad ampio raggio nei derivati del free, offrendo un bel saggio di tecnica e dinamica espressiva. Ne discende una sintesi variegata, ricca di colori accesi e mutamenti di clima. Sin dal brano d’apertura, lo spunto tematico delle composizioni originali assume via via toni diversi e contrastanti fino ad aprirsi alle suggestioni mediorientali.

http://www.allaboutjazz.com/basement-sessions-vol-2-kullhammar-aalberg-zetterberg-clean-feed-records-review-by-maurizio-zerbo.php

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s